Motivazione del Premio

Nel 2002 l’ABAC, analizzando le attività culturali precedentemente svolte dal 1984 e in particolar modo le attività didattiche quali la Rassegna Giovani Musicisti ed i Corsi di perfezionamento strumentale e di lirica, ha avvertito la esigenza di dar vita ad un concorso pianistico dedicato a Liszt il "Premio Franz Liszt”. La motivazione del Premio principalmente è quella di ricercare e sostenere talenti che hanno spiccate attitudini musicali, poiché si ritiene importante creare un circuito di forze giovanili intelligenti in grado di diffondere i valori necessari alla piena crescita delle competenze espressive di ogni individuo nelle quali, parte rilevante viene individuata nella formazione di giovani musicisti. L’Associazione si propone anche di promuovere l’immagine del Territorio, offrendo una opportuna “cornice” alle attività artistiche, valorizzando il patrimonio storico, architettonico e paesaggistico Piceno e Marchigiano. Promuovere l’incontro e lo scambio di esperienze tra artisti di vari Paesi e realizzare nei Paesi dove già esiste un legame commerciale con le Marche, ma anche manifestazioni artistiche che facciano conoscere la vasta cultura musicale, far crescere il piacere e l’abitudine all’ascolto e alla fruizione di momenti musicali di alto livello qualitativo con giovani interpreti e grandi pianisti, in particolar modo lisztiani, ad un pubblico che poco conosce la musica classica, inoltre far conoscere anche l'arte marchigiana in tutte le sue forme ed espressione, evidenziando il rilievo storico e culturale che ha avuto nei secoli e che ha ancora il Mare Adriatico

Finalità

Le finalità del Premio non possono non essere anche rivolte al mondo del lavoro.
I Concorsi sarebbero sterili rappresentazioni formali se non si proponessero di:
  • Favorire la formazione professionale degli allievi per attività artistico/culturali.
  • Promuovere attività lavorativa per i Vincitori, realizzando e divulgando registrazioni dal vivo di CD dei concorrenti finalisti e del concerto dei Vincitori.
  • Organizzare concerti, opere, lideristica e danza, realizzando inediti balletti con musiche lisztiane.
  • Promuovere l’incontro e lo scambio di esperienze tra artisti di vari Paesi, promuovere attività artistico-musicali tra Stati di diverse culture.


Presidente
Graziella Castelletti